Con Mangano sulla Croisette: abiti e gioielli per sembrare una star

Pubblicato il 16/05/2018

Pensate sia difficile fare la celeb in questi giorni in cui a Cannes si tiene la 71ma edizione del Festival del Cinema? Seguite Mangano sulla Croisette: oggi parliamo di eleganza Vs ostentazione.

Non è sempre facile seguire proiezioni, recarsi ai photocall di giorno, alle cene la sera, ai party di notte, rilasciare fiumi di interviste con addosso outfit che, saranno anche capolavori di haute couture, calzature mozzafiato e gioielli inestimabili, ma se potessimo leggere nella mente di molte attrici, forse vedremmo la parola “Basta!” ripetuta a caratteri cubitali. Kristen Stewart parla per tutte: ha cambiato espressione quando, dopo due giorni di stiletto belli e impossibili, se li è finalmente tolti per salire gli scalini rossi del Palais des Festivals, piede al vento e smalto nero. Che bello sarebbe se ogni celeb, che prima di tutto è una donna, potesse presentarsi sul red carpet elegante, sì, ma senza per forza dover ostentare, esibire, dimostrare...

Chi ha l’abito più costoso o elaborato, vince? Come se non lo sapessimo che sono, nella maggior parte dei casi, prestati dalle Maison più prestigiose e lo stesso vale per quelle parure che brillano più di tutte le Palme d’Or messe insieme. Vengono in mente le parole di Giorgio Armani quando dice: “L’eleganza non è farsi notare, ma farsi ricordare”... Ecco perché Mangano ha pensato di proporvi il suo personale Cannes-style: la sua conoscenza dell’eleganza, quella vera, affonda le radici nel 1986. Da allora Mangano non ha mai smesso di approfondire tutto quello che riguarda uno stile seduttivo e all’avanguardia, mai volgare, sofisticato e costruito sui dettagli, che procede al passo con i trend ma, soprattutto, con le esigenze delle donne, creature multitasking, diamanti dalle mille sfaccettature.

Così, partendo dal presupposto che ogni donna è una Very Important Person, Mangano ha ricreato, a modo suo, i look delle star: ha scelto alcuni dei suoi abiti più raffinati ma accessibili alle comuni mortali e li ha abbinati a gioielli moderni, sorprendenti anche nel prezzo (contenuto e abbordabilissimo!). Perché, tappeto rosso o no, l’ostentazione non è più di moda. Avere stile, invece, sì. Ma quello c’è (o non c’è) indipendentemente dal costo dell’outfit. Allora, siete pronte a sfilare sulla Croisette?

Potete prendere spunto dal look di Naomi Campbell e indossare l’abito Taini in creponne cinzato blu notte con dettagli da piratessa, insieme al chocker MVP della giovane e talentuosa designer Maria Vittoria Paolillo, con cascata di frange in bronzo.

Se amate le linee pulite, scegliete il bianco come Carla Bruni: perfetta la mini tunica Tareg ricamata di paillettes, il cui scollo va illuminato con la collana a scorrimento di Bronzallure.

Le romantiche al pari di Elsa Hosk avranno di che gioire grazie all’abito Cruz in cadi cipria con maxi fiocco sulla schiena. Non mette il décolleté in mostra, è vero, ma un girocollo di strass trasparenti come quello di Bijou Brigitte dona anche alle scollature più pudiche.

Chi osa i contrasti si lasci ispirare da Bella Hadid: abito vibrante e collier con maxi pendente. Mangano ha scelto il modello Maira con spicchi colorati di georgette e il girocollo di perle e farfalle di zirconi by Comete Gioielli.

Amate le tinte calde come Araya A. Hargate? L’abito Chandler fa per voi: di raso giallo sole, con spalle nude e gonna scodata, abbinato a un’esplosione di orchidee di cristalli firmata Swarovski.

Per ultima abbiamo lasciato la presidentessa di giuria Cate Blanchett, il cui look è un’ode alla natura. Fate così: mettetevi l’abito che Mangano ha realizzato in chiffon stampa pitone con farfalle ricamate, insieme alla maxicollana di Uterqüe con fiori e frutta di resina: catturerete ogni sguardo! Un ultimo consiglio: non dimenticate mai lo smalto! Non si sa mai, doveste camminare scalze…

PayPal

Search in Blog