Febbre da Met Gala: con Mangano, il red carpet è solo un optional!

Pubblicato il 09/05/2018

Non preoccupatevi se non riuscite a togliere gli occhi dalle immagini che, in questi giorni, arrivano dal Metropolitan Museum of Modern Art di New York: è impossibile non farsi contagiare dalla febbre da Met Gala, da un mondo di sogni ed emozioni vestiti con abiti che definire da favola è poco… Volete scoprire qualche segreto sull’evento? Seguiteci: a noi di Mangano non sfugge nessun dettaglio! Partiamo dall’inizio.

Per chi non lo sapesse, ogni primo lunedì di maggio, da 40 anni esatti, si tiene quello che è ormai considerato uno degli eventi più importanti per il fashion system, più ancora della notte degli Oscar. Il Metropolitan Museum of Art’s Annual Institute Gala, noto anche come Met Gala o Met Ball, è un grandioso evento di beneficenza che celebra l’apertura dell’annuale mostra dedicata alla moda del Met di New York. Il tema del Gala di quest’anno, "Heavenly Bodies: Fashion and the Catholic Imagination" è legato a quello dell’esposizione, realizzata dal geniale curatore Andrew Bolton e dedicata al dialogo tra moda e arte religiosa attraverso 40 pezzi rari prestati dal Vaticano e mai esposti prima d’ora, accanto a creazioni di Chanel, Galliano, Balenciaga, Versace solo per citarne alcuni.

Inutile a dirsi: è uno degli argomenti più controversi mai affrontati finora dal Met. Tutte le star che hanno ricevuto il prestigioso invito hanno dovuto rispettare il tema e così si sono viste papesse sensuali vestite di pietre e strass (vedi Rihanna), tabernacoli-à-porter (sulla testa di Sarah Jessica Parker), enormi ali d’angelo (che pesavano sulle spalle di Kary Perry)… Al di là della necessità di farsi fotografare, di salire alla ribalta, di non passare inosservate attraverso outfit esagerati o provocanti, il Met Gala raduna l’A-list delle celeb e chiama i designer a vestirle con creazioni effetto wow realizzate su misura e in esclusiva per l’occasione.

Chi decide la lista degli invitati? Ma Anna Wintour, ovviamente! La potente direttrice di Vogue America presiede il comitato di organizzazione dal 1995, avvalendosi dell’aiuto di star. Quest’anno la triade era una vera potenza: Rihanna, Amal Clooney e Donatella Versace! Come dite? Non avete ricevuto l’invito al Met di quest’anno? Non preoccupatevi, non tutto è perduto, anzi… Risparmierete la modica cifra di 30mila dollari che serve per acquistare il ticket e avrete comunque la possibilità di sfoggiare vestiti meravigliosi.

Ci pensa Mangano al vostro outfit e non avrete nemmeno bisogno di un tappeto rosso sotto i vostri piedi: sarete divine ovunque andrete! Questo perché Mangano è un esperto di sogni ed emozioni: si dedica da oltre 30 anni a creare una moda fatta di mix sofisticati, tessuti dall’eccellente qualità che cadono sul corpo in modo perfetto, dettagli curatissimi e ricercati che rendono ogni abito un capolavoro.

Volete imitare il look delle celeb che hanno calcato la scalinata del Met? Scorrete qui sotto la nostra gallery e scegliete il vostro modello Mangano: ci siamo divertiti ad abbinare gli outfit più incredibili visti a New York (da sogno, ma importabili) agli abiti più raffinati (da sogno, ma portabilissimi!) che Mangano propone per questa Primavera/Estate. Grazie a Mangano, il red carpet è solo un optional!

Hailey Baldwin indossa un abito leggero e fresco di Tommy Hilfiger, perfetto per l'estate, declinato nella stessa tinta pastello della proposta di MANGANO

 Lungo e sinuoso l'abito nero di Miley Cyrus di Stella McCartney slancia come il modello "Seth" di MANGANO con spacco 

Vaporoso ed eccentrico, l'abito in tulle di MANGANO è ancora più bello di quello scelto da Selena Gomez (che sembra assomigliare ad una torta...)

Spumeggiante come lo chamapgne rosè e soffice come una meringa zuccherina. Perfetto anche per dissimulare le linee morbide dei fianchi. Sza indossa Versace. E tu? Hai scelto il tuo abito Mangano?

Con l'abito MANGANO si riluce come un idolo... proprio come Kerry Washington in Ralph Lauren

È il Giallo Napoli il colore del momento. Per Mangano e per Amanda Seyfried in Prada.

Oro, oro e ancora oro... purché declinato nel mini dress di Mangano e in quello "alato" di Kety Perry in Versace

PayPal

Search in Blog